di Silvio Mauro

Gabriele Sposato, è un musicista coriglianese che vive attualmente a Bologna. Trasferitosi per continuare gli studi, ha continuato a coltivare la sua passione musicale fondando la punk/rock band: Dirty Stuff. 

Ciao Gabriele, come va?

Ciao, bene grazie.

Le tue radici musicali nascono a Corigliano..

Si, essendo nato in un contesto musicale grazie a mio padre che aveva un negozio di dischi e strumenti musicali non poteva essere altrimenti.

Cosa ti ha avvicinato alla musica?

Nel negozio venivano proiettati in continuazione concerti e musica, ed io guardandoli ne rimasi affascinato a tal punto da spingermi ad imparare uno strumento musicale: la batteria.

Quali sono le tue influenze musicali?

Dal punto di vista compositivo in questo momento sono i green day, però, naturalmente ascolto moltissimi gruppi, ultimamente sto in fissa con gli stone temple pilots.

Adesso sei da 5 anni a Bologna, come ti trovi lì?

A settembre ne faccio 6, comunque molto meglio rispetto a Corigliano perché c'è più possibilità di farsi conoscere attraverso festival e locali adibiti alla cultura della musica dal vivo. Inoltre, dal punto di vista logistico rappresenta un vantaggio per la facilità di muoversi nelle altre grandi città.

E hai fondato i dirty stuff, il tuo gruppo musicale.

Si, suoniamo canzoni composte da me ma c'è la volontà di comporre altro lavoro inedito assieme. Suoniamo rock dalle influenze pop, grunge e punk. Speriamo di affermarci.

Progetti imminenti?

A breve pubblicheremo un EP autoprodotto composto da 5 canzoni.

Cosa pensi della scena musicale italiana attuale?

Mi sembra che vince la tendenza rispetto alla passione o all'idea di fare musica.

Grazie per essere stato con noi, un saluto per i nostri lettori.

Grazie per avermi concesso questa intervista e ascoltate i Dirty Stuff!!!